eSports tornei in Italia e nel mondo

  • Gameplay
  • Difficulty
  • Effects
  • Graphics

Per addentrarci meglio nell’argomento degli eSport è bene spendere qualche parola sui tornei che si svolgono in Italia, in Europa e nel Mondo.

E’ bene specificare fin dall’inizio che non tutti i tornei si svolgono su scala mondiale: alcuni approfittano di fiere ed eventi locali per farne base e raccogliere così adesioni che, seppur assimilabili al grado di “tornei regionali” che non coinvolgono l’esterno, in alcuni casi possono superare in larga misura il centinaio di partecipanti, a volte toccando anche i 600 giocatori o più.
Molti di questi, soprattutto le competizioni mondiali, sono trasmessi in streaming per essere seguiti in diretta dai tifosi del settore.

Mondo

Affrontare i tornei che avvengono in Europa e nel mondo richiede più tempo: questi eventi affondano le loro radici molti anni addietro, e si sono ormai consolidati ed ingranditi, offrendo ai partecipanti sempre nuove e diverse occasioni di confronto. Vediamone qualcuno:

Gli Apex sono dei tornei di esport che si svolgono nel New Jersey e si focalizzano principalmente su giochi di combattimento, la loro prima manifestazione risale al 2009 e nel 2014 ha raggiunto i 629 partecipanti. Dal 2015 è sponsorizzata da Nintendo of America.

Il campionato mondiale di Battle.net è gestito da Blizzard e organizza tornei mondiali, che coinvolgono 28 Paesi, su giochi quali StarCraft II, World of Warcraft e Hearthstone. Nel 2013, ancora prima dei quarti di finale 15 giocatori su 16 erano sudcoreani (la nazione è popolare per la presenza di giocatori molto agguerriti).

DreamHack è un evento svedese, entrato nel libro dei Guinnes of Records per essere stato il più grande evento di LAN party. Si stima abbia raggiunto i 22 mila partecipanti, di cui 8 mila giocatori. Il primo evento fu organizzato nel 1994 (con soli 40 partecipanti, che ogni anno sono andati aumentando). I tornei più frequenti sono quelli di Starcraft, Counter-strike, League of Legends con affluenze da Australia, Germania, Russia, Francia, Stati uniti e molte altre nazioni.

Il World Cyber Games è un torneo nato nella Corea del Sud ed organizzato dalla omonima compagnia, sponsorizzato da Samsung e Microsoft, partecipano Paesi di tutta Europa, America del Nord e del Sud, Africa del Sud, Asia, Australia e Medio Oriente. L’evento ha raggiunto montepremi di 462 mila dollari già alla sua sesta edizione, su 9 differenti competizioni e 700 partecipanti da 70 Paesi diversi. Nel 2007 i premi totali hanno sfiorato i 4 milioni di dollari e l’evento è stato ospitato a Seattle: giochi come Age of Empires, Fifa e Starcraft sono sempre presenti.

Tornei Italiani

Come si sarà già capito, l’Italia in quanto ad organizzatrice di eventi di Esport è ancora molto indietro. L’associazione Giochi Elettronici Competitivi si occupa di organizzare e ospitare gli eventi ufficiali, che affrontano molte tipologie di squadre ma sono per lo più limitati a portate locali, appoggiate da diverse associazioni sportive dilettantistiche. Eccone alcuni:

Romics, MSI 5vs5, NVIDIA proving cup, SpringFestival, Barcraft a Roma, Heroes of the storm Academy, NVIDIA summer cup, Pride X Poison (già alla quarta edizione per tornei di Mortal Kombat X e Tekken).

Le difficoltà di espansione di questo genere di eventi si intravedono nei montepremi ancora scarsi, che spesso non superano i 500 euro o sono fatti da abbonamenti premium vari ai giochi stessi.

Il nostro obiettivo è quello di entrare prepotentemente nel mondo degli eSports e portare l’italia in alto. Dove merita di stare.